venerdì 09 dicembre | 13:06
pubblicato il 24/apr/2013 17:40

Rifiuti: al Cnel progetto europeo LIFE+RELS per gestione sostenibile

(ASCA) - Roma, 24 apr - Raddoppiano tutela della salute e rendimento energetico con la gestione sostenibile dei rifiuti sperimentata dalle provincie di Cosenza e Forli'-Cesena, nei parchi naturali della Sila e delle Foreste Casentinesi secondo un modello sviluppato dall'Universita' di Modena e Reggio (UNIMORE).

Assieme al comune di Reggio Emilia, questi enti sono i protagonisti del progetto europeo LIFE+ RELS, del quale sono stati presentati i primi risultati in un convegno nazionale a Roma presso CNEL. Il progetto - si legge in una nota - contribuisce in maniera innovativa e concreta allo sviluppo delle priorita' dell'Unione Europea, nel campo della gestione eco-compatibile dei rifiuti, che sono soprattutto, ha ricordato nelle conclusioni Walter Ganapini, efficienza nell'uso delle risorse e ripensamento di beni e servizi.

Il senso di questa collaborazione tra enti locali e ricerca scientifica e' stato spiegato dall'assessore Giuseppe Aieta. ''La provincia di Cosenza - ha detto Aieta - si sta facendo portavoce di istanze di corretta gestione dei rifiuti fortemente sentite dagli amministratori locali, che vogliono superare ritardi dovuti anche all'assenza di un piano nazionale di gestione dei rifiuti e, nella nostra provincia, da quindici anni di passata gestione commissariale orientata solo alle emergenze''. L'impegno della Provincia di Cosenza sul fronte della progettazione comunitaria in materia di sostenibilita', ambiente, energia e gestione dei rifiuti e' stata inoltre sottolineata sia da Giovanni Soda, Dirigente del Settore Programmazione e Coordinatore del Progetto, sia da Carmine Brescia, Direttore dell'Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia di Cosenza.

Oltre un intenso programma di educazione ambientale, che comprende un corso universitario via WEB gia' frequentato da oltre mille studenti, il progetto RELS ha aspetti di ricerca e sviluppo molto innovativi. Coordinatore scientifico di RELS e' il professor Alberto Bellini, a sua volta assessore del comune di Forli', che, assieme al professor Massimo Milani, ha illustrato il nuovo strumento metodologico (Biomass management tool®), che consente di prevedere i risultati energetici, ambientali ed economici ottenibili combinando diversi impianti per il trattamento dei rifiuti al variare delle loro tipologie e quantita'. L'analisi comparativa e' stata realizzata su diversi indici, appartenenti a quattro categorie: salute, qualita' dell'ecosistema, cambiamenti climatici, risorse. A parita' di produzione rifiuti e di raccolta differenziata, i migliori risultati corrispondono all'uso combinato di tecnologie di digestione anaerobica, gassificazione e impianti di recupero di materia per la frazione secca pesante. Mentre si riduce l'inquinamento di oltre il 50%, si producono energia elettrica, compost utilizzabile in agricoltura e acqua distillata. Una soluzione che potra' interessare l'industria in un quadro di ''sviluppo economico sostenibile'' basato sulla ''economia verde'' Un dimostratore di piccola taglia di questa architettura realizzato e messo a disposizione dei parchi naturali, partner del progetto, concretizzera' un'esperienza di ciclo chiuso dei rifiuti ''a chilometro zero''. Il consigliere Roberto Brandi, coordinatore linea di lavoro Energia e Ambiente del CNEL, ha affermato che ''gli esiti del progetto RELS potranno essere presi in esame dal CNEL in approfondimenti che coinvolgeranno anche l'associazione IRISistema per gli studi sul ciclo dei rifiuti, che ha collaborato al convegno''. Difatti ''il Consiglio Nazionale dell'Economia e del lavoro e' fortemente impegnato nell'analisi degli indicatori di benessere equo e sostenibile ('BES') da affiancare al PIL, e sull'esigenza di coniugare la crescita economica alla sostenibilita' ambientale. In tale direzione - ha proseguito Brandi - il progetto RELS offre spunti sia per la tutela ambientale sia per la valorizzazione economica dei sistemi prefigurati''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina