venerdì 09 dicembre | 22:26
pubblicato il 09/mag/2014 19:41

Ricerca: Giannini, basta con soluzioni tattiche. Passare a strategie

Ricerca: Giannini, basta con soluzioni tattiche. Passare a strategie

(ASCA) - Roma, 9 mag 2014 - In Italia, nel settore della ricerca, ''si e' deciso di non investire o si e' smesso di decidere?''. La domanda, con relativa risposta, e' stata formulata dal ministro dell'istruzione, universita' e ricerca, Stefania Giannini, a conclusione del convegno ''Lo spazio vitale per l'Italia'', organizzato dalla rivista aerospaziale Airpress a Roma. Allargando il dibattito a tutto il settore della ricerca, il ministro ha detto che ''a volte la politica fa queste scelte di convenienza, smettendo di decidere''. ''Un fatto avvenuto, nel settore spaziale, in anni lontani, e poi accompagnato dal processo di sostituzione delle strategie con le soluzioni tattiche'', ha aggiunto. Se si vuole sostituire di nuovo la tattica con la strategia bisogna pero' ''a livello interno procedere ad una programmazione 'possibile''', definendo a livello interministeriale ''cosa fare non nell'anno corrente ma per i prossimi 5 anni''.

Ancora, per Giannini e' necessario ''procedere a semplicazione e razionalizzazione'', che nell'allegato specifico alla riforma della P.A. si legge come ''razionalizzazione ed aggregazione''. La visione del ministro e' pero' che ''nella ricerca bisogna stare attenti a non confondere razionalizzazione con la necessita' di risparmiare sui costi''. ''Di 24 enti di ricerca - ha aggiunto il ministro Giannini - bisogna farne uno unico, un'agenzia con la A maiuscola, o e' meglio puntare sulla maggiore funzionalizzazione degli enti esistenti su progetti strategici?''. Infine c'e' la questione ''degli uomini e donne che fanno la ricerca, anche di altri paesi, che dovremmo noi attrarre'', puntando ad offrire ''condizioni di lavoro e di ricerca competitive che diano l'opportunita' di avere risultati, poi spendibili''. Un obiettivo ''di legislatura'', che si puo' raggiungere ''semplificando le regole, attivando processi di valutazione diversi, non ex ante ma ex post''. ''Si tratterebbe di un cambiamento epocale ma il Miur ne parlera''', ha concluso il ministro.

gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina