sabato 10 dicembre | 15:55
pubblicato il 29/mag/2014 12:24

Retribuzioni: Istat, nel 2011 in tasca lavoratore solo il 57,7%

(ASCA) - Roma, 29 mag 2014 - Nel 2011, in base alle stime dell'Indagine Istat ''Reddito e condizioni di vita'' (EU SILC), il costo medio del lavoro dipendente, al lordo delle imposte e dei contributi sociali, e' di 31.049 euro all'anno.

Il lavoratore, sotto forma di retribuzione netta, ne percepisce poco piu' della meta' (il 53,7%), per un importo medio pari a 16.666 euro. La differenza tra il costo sostenuto dal datore di lavoro e la retribuzione netta del lavoratore, il cosiddetto cuneo fiscale e contributivo, e' pari, in media, al 46,3%: i contributi sociali dei datori di lavoro ammontano al 25,6% e il restante 20,8% e' a carico dei lavoratori sotto forma di imposte e contributi. Lo comunica l'Istat.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina