venerdì 24 febbraio | 10:07
pubblicato il 29/mag/2014 12:24

Retribuzioni: Istat, nel 2011 in tasca lavoratore solo il 57,7%

(ASCA) - Roma, 29 mag 2014 - Nel 2011, in base alle stime dell'Indagine Istat ''Reddito e condizioni di vita'' (EU SILC), il costo medio del lavoro dipendente, al lordo delle imposte e dei contributi sociali, e' di 31.049 euro all'anno.

Il lavoratore, sotto forma di retribuzione netta, ne percepisce poco piu' della meta' (il 53,7%), per un importo medio pari a 16.666 euro. La differenza tra il costo sostenuto dal datore di lavoro e la retribuzione netta del lavoratore, il cosiddetto cuneo fiscale e contributivo, e' pari, in media, al 46,3%: i contributi sociali dei datori di lavoro ammontano al 25,6% e il restante 20,8% e' a carico dei lavoratori sotto forma di imposte e contributi. Lo comunica l'Istat.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech