lunedì 20 febbraio | 05:02
pubblicato il 08/lug/2014 20:48

Rete Imprese: ok semplificazioni, no smantellamento Camere di Commercio

(ASCA) - Roma, 8 lug 2014 - ''Il decreto legge 90/2014 compie alcuni passi sulla strada della semplificazione amministrativa che finora e' stata costellata da molti annunci e pochi risultati. Tanto che, nell'ultimo anno, le imprese hanno speso in burocrazia 30,9 miliardi, equivalenti a 7.005 euro per ciascuna Pmi e pari a 2 punti di Pil. Nella classifica mondiale sulla facilita' di fare impresa, l'Italia e' al 23* posto tra i 28 Paesi dell'Ue e in 65* posizione tra i 189 Paesi del mondo''. E' il giudizio sul decreto legge semplificazioni espresso dai rappresentanti di Rete Imprese Italia durante un'Audizione svoltasi oggi presso la I Commissione Affari Costituzionali della Camera. Rete Imprese Italia apprezza, in particolare, la previsione di adottare moduli standard per gli adempimenti amministrativi. Positivo anche il giudizio sulle semplificazioni degli oneri formali imposti alle imprese per partecipare ad appalti pubblici, sulle misure per accelerare i giudizi amministrativi in materia di appalti pubblici e per contrastare l'abuso di processo. Apprezzati da Rete Imprese Italia anche gli interventi per rendere piu' veloci e deflazionare i procedimenti di giustizia civile, attraverso l'obbligo del deposito telematico degli atti processuali e l'istituzione dell'Ufficio per il processo. Tuttavia Rete Imprese Italia non condivide la riduzione di un terzo e in un colpo solo, a partire da gennaio 2015, dei bilanci delle Camere di commercio senza una loro contemporanea riforma organizzativa e funzionale annunciata dal Governo ma non ancora trasmessa al Parlamento. ''I diritti camerali che si vogliono tagliare - ricorda Rete Imprese Italia - non incidono direttamente sulla spesa pubblica, poiche' sono sostenuti interamente dalle imprese''.

''Siamo favorevoli alle politiche di efficientamento e razionalizzazione del sistema camerale, che riteniamo necessarie'', sottolinea Rete Imprese Italia. ''Deve essere pero' prima definita la funzione che dovranno svolgere le Camere di commercio, che hanno finora rappresentato uno strumento fondamentale per il sostegno e lo sviluppo delle economie locali''. com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia