domenica 26 febbraio | 02:47
pubblicato il 07/ago/2013 14:21

Regioni: Corte conti, rispettato patto stabilita' a scapito investimenti

(ASCA)- Per l'esercizio 2012, tutte le Regioni hanno adempiuto agli obiettivi del patto di stabilita' interno, anche attraverso una forte contrazione della spesa per investimenti.

Lo rileva la Corte dei conti nella 'Relazione sulla gestione finanziaria delle Regioni negli esercizi 2011-2012'.

Per l'esercizio 2012, tutte le Regioni hanno adempiuto agli obiettivi del patto di stabilita' interno, alleggerito dall'esclusione di spese per oltre 2 miliardi di euro. In compenso, con il ricorso al patto regionale verticale, le Regioni hanno diffusamente ceduto, ai fini di un aumento dei pagamenti in conto capitale, parte dei propri spazi finanziari a beneficio della maggior flessibilita' degli obiettivi degli enti locali.

Il contenimento della spesa finale netta - rileva la mgistratura contabile - oltre ad essere l'effetto del maggior peso delle componenti escluse, e' anche il prodotto della marcata riduzione della spesa per investimenti (-12,4%), la cui tendenza declinante non accenna ad arrestarsi in tutte le aree geografiche del Paese, ponendo limiti ad una seria programmazione delle opere infrastrutturali. red-stt/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech