domenica 26 febbraio | 02:51
pubblicato il 09/lug/2014 17:25

Rc auto: Minucci, approvare velocemente tabelle su danno biologico

(ASCA) - Milano, 9 lug 2014 - Ania e' consapevole che i prezzi Rc Auto in Italia rimangono tra i piu' elevati a livello europeo, pur essendosi sensibilmente ridotti nell'ultimo biennio. Perche' si possa chiudere velocemente il gap, il presidente dell'associazione, Aldo Minucci, insiste nel chiedere al governo di approvare presto le tabelle di valutazione del danno biologico derivante da lesioni gravi.

''La proposta delle tabelle sul danno biologico non puo' che essere approvata velocemente. Se non abbiamo questo strumento non possiamo procedere in un quadro di riduzione dei prezzi'', ha affermato Minucci in occasione della tappa milanese della presentazione del Rapporto annuale 2013-2014 dell'Ania.

Minucci ha ricordato che le compagnie assicurative hanno contribuito alla discesa dei prezzi con politiche commerciali e tariffarie competitive, trasferendo i benefici del calo della sinistralita' sui premi pagati dagli assicurati.

''Noi lo sappiamo che i prezzi della Rc Auto in Italia sono piu' alti, ma il tema e' capire perche' e cercare i rimedi. Le compagnie hanno fatto la loro parte. Ora tocca a un'altra parte incidere su questi fenomeni'', ha affermato.

bos/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech