martedì 21 febbraio | 11:09
pubblicato il 03/gen/2013 10:09

Rc Auto: Facile.it, al via aumenti per quasi 1,4 mln italiani

(ASCA) - Roma, 3 gen - Quello appena cominciato sara' un Gennaio all'insegna di molti cambiamenti per gli automobilisti italiani; ma non tutti positivi. Secondo quanto rilevato attraverso l'analisi di oltre 500.000 preventivi effettuati negli ultimi 30 giorni, Facile.it, ha potuto stabilire che saranno quasi 1.400.000 gli italiani che, avendo causato un incidente con colpa nel corso dell'ultimo anno, saranno costretti a pagare un premio assicurativo piu' alto.

Sia pure molto elevata, la cifra e' leggermente inferiore a quella registrata lo scorso anno, ma secondo Mauro Giacobbe, Responsabile business unit assicurazioni di Facile.it, ''il numero va interpretato alla luce della situazione economica che stiamo vivendo; studi di settore parlano di una riduzione dei chilometri percorsi di circa il 7%-8% rispetto al 2011; questo fa diminuire anche la possibilita' di causare incidenti, ma dato che i costi complessivi sono in aumento diventa fondamentale risparmiare dove si puo'; in primis sull'assicurazione''. Dall'analisi condotta da Facile.it e' emerso che dove le assicurazioni hanno costi piu' contenuti e il cambio di classe spaventa meno, si denuncia il sinistro piu' spesso; ecco spiegato il motivo per cui la Toscana, per il quarto anno consecutivo, e' in cima alla classifica con il 5,14% di automobilisti che ha dichiarato di aver causato un incidente nel 2012; a seguire si trovano il Lazio (4,76%), e le due isole maggiori; la Sicilia e' terza con il 4,69%, la Sardegna quarta con il 4,63%. Tutte attorno al 3,5% di denunce Calabria, Campania e Puglia.

Un discorso simile e' quello che riguarda le categorie professionali. A denunciare, in proporzione, il maggior numero di sinistri sono stati i pensionati. ''Avendo la patente da molti anni - spiega Giacobbe - sono solitamente inquadrati nelle classi di merito migliori e per loro una retrocessione e' meno onerosa. Inoltre, stando ai dati, ricorrono all'intervento dell'assicurazione anche per danni di piccolo valore che altre categorie tendono a rimborsare di tasca propria''. Se risparmiare sul carburante e' complicato, trovare un'assicurazione piu' economica e' possibile e dal 1 Gennaio, con l'abolizione del tacito rinnovo, gli automobilisti avranno un incentivo in piu' per farlo. ''Fino ad oggi - continua Giacobbe - molti italiani si adagiavano sulla propria assicurazione senza verificare se ne esistesse una piu' adatta a loro; nell'ultimo periodo qualcosa e' cambiato e il volume delle polizze intermediate via web, ad esempio, e' cresciuto arrivando all'8% del totale polizze emesse in Italia. L'abolizione del tacito rinnovo da un lato spingera' molti automobilisti a guardarsi intorno e a verificare quali siano le offerte presenti sul mercato, dall'altro le compagnie ad essere piu' competitive e a mettere in atto strategie di marketing (e di prezzo) per attirare a se' i profili migliori''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia