domenica 24 luglio | 04:46
pubblicato il 26/feb/2016 11:48

Rbs, la maxi banca salvata da Londra nel 2008 perde 2 mld

Da allora non ha mai chiuso in utile. In Borsa crolla del 7%

Rbs, la maxi banca salvata da Londra nel 2008 perde 2 mld

Roma, 26 feb. (askanews) - Ancora un bilancio in rosso, per l'ottavo anno consecutivo, per Royal Bank of Scotland, quarta banca europea per attività e dodicesima al mondo. La banca venne salvata dal governo britannico, che ne rilevò la maggioranza nella crisi finanziaria del 2008 e da allora ha sempre chiuso il bilancio in perdita. Rbs archivia l'esercizio 2015 con una perdita di 2 miliardi di sterline (2,53 miliardi di euro ai cambi attuali), un risultato che fa allontanare sempre di più i piani del governo britannico per privatizzarla.

A zavorrare i conti di Rbs gli enormi oneri per ristrutturazione, contenziosi e condotta, che hanno pesato nel 2015 per 6,5 miliardi di sterline dei quali 2,5 miliardi solo nel quarto trimestre. "Prevediamo ulteriori sostanziali costi", ha dichiarato il responsabile finanziario dell'istituto Ewen Stevenson, secondo quanto riportato dal Financial Times.

Dopo la pubblicazione della notizia il titolo dell'istituto ha perso il 7% alla borsa di Londra.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Rcs
Rcs, Tronchetti Provera: Cairo è un ottimo imprenditore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Cancro alla prostata, ad Ancona l'innovativa sonda a ultrasuoni
Motori
Musk svela il suo sogno: auto autonome condivise, camion e bus
Enogastronomia
Vacanze, Coldiretti: assegnate 4.965 bandiere del gusto
Turismo
Al Castello di Tabiano musica verdiana e tamburi Taiko
Lifestyle e Design
Smartphone batte libro, lettura social preferita a saggi e romanzi
Sostenibilità
Corepla, Ciotti: riciclo plastica pilastro economia circolare
TechnoFun
Facebook: successo per volo prova drone per connessione Internet
Scienza e Innovazione
Pokémon go, la caccia diventa lavoro conto terzi da 15 euro l'ora
Sistema Trasporti
Mobilità intelligente con innovazione digitale infrastrutture