venerdì 24 febbraio | 22:52
pubblicato il 09/mag/2014 16:06

Rallenta il calo dei prestiti bancari a marzo

Secondo i dati di Bankitalia rallentano anche le sofferenze

Rallenta il calo dei prestiti bancari a marzo

Milano, (askanews) - Si attenua il calo dei prestiti concessi dalle banche. Secondo la Banca d'Italia i prestiti al settore privato hanno registrato una diminuzione su base annua del 3,3%, facendo segnare un miglioramento rispetto al -3,6% di febbraio. In particolare riprendono i prestiti alle imprese non finanziarie, diminuiti del 4,4% contro il calo del 5,1% di febbraio. Mentre i prestiti alle famiglie sono scesi dell'1,1% sui dodici mesi (-1,2% a febbraio).Rallentano poi i crediti in sofferenza, con un tasso di crescita annuo pari al 23% contro il 24,3% registrato a febbraio.Sempre a marzo il tasso di crescita annuo dei depositi del settore privato è risultato pari all'1,6% (1,8% a febbraio). La raccolta obbligazionaria, includendo le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è diminuita del 10,6% sui dodici mesi (-9,2% a febbraio).

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Mediaset
Mediaset, Vivendi: esposto infondato dei Berlusconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech