domenica 26 febbraio | 12:01
pubblicato il 23/set/2014 21:18

Rai: Gubitosi, tagli lineari informazione errore del passato. Ora scelte

(ASCA) - Roma, 23 set 2014 - In Rai e' il momento di fare scelte strategiche per superare i tagli lineari del passato che sono stati ''un grosso errore''. Lo ha detto il direttore generale Luigi Gubitosi nel corso di un'audizione alla Commissione di Vigilanza sulla riorganizzazione dell'attivita' giornalistica del servizio pubblico.

''In passato ci sono stati tagli lineari e questo e' un grosso errore'' ha detto ''tagliare sei redazioni vuol dire che poi hai sei redazioni che fanno peggio il loro lavoro.

Bisogna discernere su quali siano le scelte migliori ma siamo ad un punto in cui e' importante fare scelte strategiche''. Gubitosi ha ricordato che per quanto riguarda l'informazione ''sono 35 anni che l'assetto non e' stato modificato mentre tutto quello che e' intorno e' cambiato in maniera molto significativa''. Ci sono ''due cose chiare: c'e' un grave ritardo tecnologico per i tagli degli investimenti fatti nel passato e ci sono forti duplicazioni''.

In sostanza, per il Direttore generale, in Rai ''potremmo fare delle cose pazzesche se smettessimo tutti di fare le stesse cose''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech