martedì 06 dicembre | 07:29
pubblicato il 09/mag/2013 16:40

Prysmian: risultati in calo nel 1* trimestre

(ASCA) - Roma, 9 mag - Risultati in calo per Prysmian nel primo trimestre dell'anno. I ricavi ammontano a 1,71 miliardi con una flessione del 7,6% mentre l'utile netto si attesta a 39 milioni con una contrazione del 13% sull'analogo periodo del 2011. ''L'aggravarsi della crisi del settore costruzioni in Europa, l'ulteriore contrazione dei consumi energetici, oltre alle incertezze sui piani di stimolo nelle rinnovabili e nel broadband in Nord e Sud America sono i principali fattori che hanno determinato la diminuzione della domanda di cavi a livello globale'' afferma il ceo Valerio Battista il quale sottolinea che il target delle sinergie con Draka viene inalzato da 150 a 175 milioni nel 2015. ''Sulla base di questo scenario - aggiunge - prevediamo per l'intero esercizio un ebitda rettificato nell'intervallo di 600-650 milioni di euro''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari