lunedì 05 dicembre | 19:44
pubblicato il 24/gen/2014 12:37

Prometeia: allarme lavoro, crescono disoccupati e mobilita' (886 mila)

Prometeia: allarme lavoro, crescono disoccupati e mobilita' (886 mila)

(ASCA) - Roma, 24 gen 2014 - Prometeia prevede che l'occupazione cresca nel prossimo triennio recuperando 520 mila unita' di lavoro standard, 560 mila posizioni lavorative. A fronte del milione e 800 mila unita' perse dal 2007: il livello pre-crisi sara' ancora ben lontano. Cosi' come lontana dai livelli pre-crisi sara' la disoccupazione, che scendera' dagli oltre 3 milioni attuali a 2 milioni e 800 mila alla fine del 2016, l'1,2 %. Nonostante la ripresa di attivita' economica che stimiamo per il quarto trimestre, e' infatti proseguita la caduta di occupazione. I dati mensili (provvisori) - contenuti nel 'Rapporto' Previsionale 2014-2016 presentato oggi a Bologna - segnalano un arretramento dell'occupazione che, associato a una stabilizzazione dell'offerta di lavoro, ha portato a un ulteriore aumento del tasso di disoccupazione, arrivato al livello record del 12,7 per cento. Una debolezza del mercato del lavoro testimoniata anche dagli indicatori disponibili sul ricorso agli ammortizzatori sociali. Le domande di Cassa integrazione guadagni sono aumentate nei mesi finali dello scorso anno, trainate da quella straordinaria, la componente che si attiva in presenza di crisi dell'azienda e che spesso prelude al ridimensionamento/chiusura della stessa e ai conseguenti licenziamenti. Il diffondersi di tali situazioni e' testimoniato anche dalle domande per l'accesso ad ammortizzatori sociali diversi dalla Cig, per i quali la disponibilita' di dati si ferma allo scorso ottobre, ma dalle quali e' evidente non solo l'aumento delle richieste per mobilita' e per sussidi di disoccupazione (nella nuova forma dell'Aspi e mini Aspi e pur tenendo conto del diverso perimetro degli aventi diritto), ma anche una loro accelerazione nel corso del 2013: nel complesso, erano cresciuti nel periodo gennaio-ottobre sul periodo corrispondente del 2.8 per cento nel 2011, del 19.6 per cento nel 2012, del 31.2 nel 2013. I beneficiari a vario titolo di tali trattamenti sono stati, mediamente nei primi sette mesi dello scorso anno, 886 mila.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari