martedì 17 gennaio | 20:30
pubblicato il 24/gen/2014 12:37

Prometeia: allarme lavoro, crescono disoccupati e mobilita' (886 mila)

Prometeia: allarme lavoro, crescono disoccupati e mobilita' (886 mila)

(ASCA) - Roma, 24 gen 2014 - Prometeia prevede che l'occupazione cresca nel prossimo triennio recuperando 520 mila unita' di lavoro standard, 560 mila posizioni lavorative. A fronte del milione e 800 mila unita' perse dal 2007: il livello pre-crisi sara' ancora ben lontano. Cosi' come lontana dai livelli pre-crisi sara' la disoccupazione, che scendera' dagli oltre 3 milioni attuali a 2 milioni e 800 mila alla fine del 2016, l'1,2 %. Nonostante la ripresa di attivita' economica che stimiamo per il quarto trimestre, e' infatti proseguita la caduta di occupazione. I dati mensili (provvisori) - contenuti nel 'Rapporto' Previsionale 2014-2016 presentato oggi a Bologna - segnalano un arretramento dell'occupazione che, associato a una stabilizzazione dell'offerta di lavoro, ha portato a un ulteriore aumento del tasso di disoccupazione, arrivato al livello record del 12,7 per cento. Una debolezza del mercato del lavoro testimoniata anche dagli indicatori disponibili sul ricorso agli ammortizzatori sociali. Le domande di Cassa integrazione guadagni sono aumentate nei mesi finali dello scorso anno, trainate da quella straordinaria, la componente che si attiva in presenza di crisi dell'azienda e che spesso prelude al ridimensionamento/chiusura della stessa e ai conseguenti licenziamenti. Il diffondersi di tali situazioni e' testimoniato anche dalle domande per l'accesso ad ammortizzatori sociali diversi dalla Cig, per i quali la disponibilita' di dati si ferma allo scorso ottobre, ma dalle quali e' evidente non solo l'aumento delle richieste per mobilita' e per sussidi di disoccupazione (nella nuova forma dell'Aspi e mini Aspi e pur tenendo conto del diverso perimetro degli aventi diritto), ma anche una loro accelerazione nel corso del 2013: nel complesso, erano cresciuti nel periodo gennaio-ottobre sul periodo corrispondente del 2.8 per cento nel 2011, del 19.6 per cento nel 2012, del 31.2 nel 2013. I beneficiari a vario titolo di tali trattamenti sono stati, mediamente nei primi sette mesi dello scorso anno, 886 mila.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Fca
Fca, Delrio: richieste Germania? A Italia non si danno ordini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa