giovedì 08 dicembre | 13:22
pubblicato il 10/giu/2014 10:14

Produzione industriale: Istat, ad aprile aumento dello 0,7%

Produzione industriale: Istat, ad aprile aumento dello 0,7%

(ASCA) - Roma, 10 giu 2014 - Rimbalzo della produzione industriale. Ad aprile, secondo i dati diffusi dall'Istat, l'indice destagionalizzato della produzione industriale registra un aumento dello 0,7% rispetto a marzo. Nella media del trimestre febbraio-aprile l'indice ha registrato una diminuzione dello 0,1% rispetto al trimestre precedente. Corretto per gli effetti di calendario, in aprile 2014 l'indice e' aumentato in termini tendenziali dell'1,6% (i giorni lavorativi sono stati 20 come ad aprile 2013). Nella media dei primi quattro mesi dell'anno la produzione e' aumentata dello 0,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. L'Istat rileva che ad aprile l'indice destagionalizzato registra variazioni congiunturali positive nei comparti dell'energia (+3,0%), dei beni di consumo (+2,2%) e dei beni intermedi (+0,5%). Segna invece una variazione negativa, il raggruppamento dei beni strumentali (-1,3%). Con riferimento alle sole attivita' manifatturiere, la produzione aumenta dello 0,4%. Gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano aumenti tendenziali nei raggruppamenti dei beni intermedi (+3,9%) e dei beni di consumo (+3,2%). Segna una flessione il comparto dell'energia (-5,3%) e, in misura piu' lieve, quello dei beni strumentali (-0,7%). Le attivita' manifatturiere aumentano del 2,1%. Per quanto riguarda i settori di attivita' economica, ad aprile 2014 i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+7,1%), delle industrie alimentari, bevande e tabacco (+5,8%) e della fabbricazione di mezzi di trasporto (+3,4%). Le diminuzioni maggiori si registrano nei settori della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-8,1%), della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-6,7%) e della fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-4,9%). did/

 

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni