mercoledì 22 febbraio | 00:42
pubblicato il 13/gen/2014 14:33

Prod.industriale: Confindustria, verso ristagno a dicembre

(ASCA) - Roma, 13 gen 2014 - La produzione industriale dovrebbe restare al palo a dicembre dopo il +0,3% di novembre reso noto oggi dall'Istat. E' quanto prevede il Centro Studi di Confindustria secondo il quale, comunque, nel quarto trimestre del 2013 l'attivita' industriale registra ''il primo significativo incremento dall'inizio del 2011'' con un +1,0% congiunturale (-0,4% nel terzo trimestre), dopo un calo cumulato del 10,7% in 10 trimestri. Il primo trimestre del 2014 eredita da fine 2013 una variazione congiunturale di +0,1% mentre nel 2013 si e' avuta una riduzione del 2,8% sul 2012. La produzione, al netto del diverso numero di giornate lavorative, e' aumentata dell'1,3% rispetto a dicembre del 2012; in novembre si era avuto un incremento dell'1,4% sullo stesso mese dell'anno precedente. Gli ordini in volume hanno registrato in dicembre una crescita dello 0,7% su novembre e dell'1,8% su dicembre del 2012. In novembre erano aumentati dello 0,5% su ottobre e dell'1,2% su novembre del 2012. Secondo il CSC ''sono nel complesso favorevoli le indicazioni provenienti dalle indagini qualitative sul manifatturiero. Il saldo dei giudizi sugli ordini e' di poco diminuito rispetto al massimo da oltre due anni raggiunto in novembre (-27 da -25, ISTAT); le attese a 3 mesi di produzione (saldo a 4 da 5) e ordini (5 da 6) si sono attestate intorno ai livelli dell'estate del 2011; le scorte sono giudicate molto basse (saldo a -4 da -1) e la loro ricostituzione sosterra' l'attivita' nei prossimi mesi.

Indicazioni positive vengono dai direttori degli acquisti (indagine Markit): il PMI manifatturiero e' salito a 53,3 (da 51,4) in dicembre, massimo da 32 mesi, sostenuto da forti incrementi degli ordini (54,3 da 50,5). Rispetto al picco pre-crisi (aprile 2008) il livello della produzione rimane inferiore del 23,9%. com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia