sabato 03 dicembre | 13:28
pubblicato il 12/feb/2014 15:06

Privatizzazioni: Saccomanni, da prima fase 8-9 mld per lo Stato

Privatizzazioni: Saccomanni, da prima fase 8-9 mld per lo Stato

(ASCA) - Roma, 12 feb 2014 - ''In relazione alla prima fase di privatizzazione, ritengo possa essere considerata attendibile una stima complessiva di benefici finanziari per lo Stato dell'ordine di 8-9 miliardi di euro''. Lo ha affermato il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, durante un'audizione in commissione Lavori pubblici del Senato, specificando che ''le stime devono essere considerate preliminari e provvisorie'' e riguardano Poste Italiane, Enav, Eni ed Stm. ''L'esigenza di ridurre in modo consistente il debito pubblico''. E' questa la ''piu' importante'' delle motivazioni che hanno spinto l'Italia a procedere con la dismissione di aziende pubbliche, ha spiegato Saccomanni. ''Il governo - ha aggiunto il ministro - guarda con favore a ipotesi concrete di dismissioni di partecipazioni'' da ''Ferrovie dello Stato e Cassa depositi e prestiti, in particolare con l'apertura al capitale privato di Fincantieri''. sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari