mercoledì 07 dicembre | 23:14
pubblicato il 24/gen/2014 19:44

Privatizzazioni: Cisl, per Poste possibilita' di crescita

Privatizzazioni: Cisl, per Poste possibilita' di crescita

(ASCA) - Roma, 24 gen 2014 - ''Rispetto alle privatizzazioni mal fatte degli anni '90 nel caso di Poste italiane abbiamo un' ipotesi di processo di privatizzazioni assolutamente diverso: innanzitutto la maggioranza della proprieta' rimane pubblica, del Tesoro, c' e', poi, la novita' importantissima dell'azionariato dei dipendenti, con lavoratori e lavoratrici che saranno azionisti della propria azienda e soprattuttto non si parla di spacchettamento di un'azienda cosi' importante e strategica per l' economia italiana''. Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Annamaria Furlan. ''Questo modo di fare privatizzazioni - continua Furlan - sicuramente rende lavoratori e lavoratrici piu' protagonisti e responsabili, mantiene la maggioranza della prima azienda italiana in mano allo Stato e non indebolisce, anzi, attraverso la partecipazione puo' potenziare le sue capacita' di crescita''. com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni