mercoledì 22 febbraio | 20:35
pubblicato il 02/set/2014 19:38

Prima riunione della task force al Mise per "industrial compact"

All'incontro anche De Vincenti, Crapelli e Tamagnini (ASCA) - Roma, 2 set 2014 - Prima riunione presso il ministero dello Sviluppo Economico della task force voluta dal ministro, Federica Guidi, al fine di elaborare un "industrial compact" italiano. Alla riunione aperta dal viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti e coordinata dal capo segreteria tecnica del ministro, Stefano Firpo, erano presenti Roberto Crapelli (amministratore delegato di Roland Berger Italia), Fabrizio Pagani (capo segreteria tecnica del ministro dell'Economia), Carlo Altomonte (docente Economia Integrazione all'Universita' Bocconi), Giorgio Barba Navaretti (professore ordinario di Economia politica all'Universita' degli Studi di Milano), Gregorio De Felice (Head of economic research division IntesaSanpaolo), Tommaso Nannicini (professore associato di Economia politica all'Universita' Bocconi), Maurizio Tamagnini (amministratore delegato Fondo Strategico Italiano).

Red/Rbr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech