domenica 04 dicembre | 01:40
pubblicato il 05/mar/2015 07:37

Premier Li: crescita Cina nel 2015 in calo, sarà "intorno al 7%"

Costruire "società media" più orientata a consumo e servizi

Premier Li: crescita Cina nel 2015 in calo, sarà "intorno al 7%"

Pechino, 5 mar. (askanews) - La Cina prevede una crescita ridotta di "circa il 7%" nel 2015: lo ha annunciato il primo ministro cinese Li Keqiang, aprendo i lavori della sessione annuale del Parlamento cinese. "Nel nostro paese, le pressioni al ribasso sull'economia aumentano", anche se la sua "capacità di rimbalzo, il suo potenziale di sviluppo, il suo margine di manovra restano enormi" ha detto Li, durante un discorso durato 90 minuti.

In un ambiente economico interno e internazionale "complicato e difficile", ha insistito il primo ministro cinese, questa crescita più moderata - lo scorso anno era stata del 7,4% - deve permettere "la costruzione di una società media" più orientata al consumo e ai servizi, "un nuovo motore di rilancio".

Grande potenza esportatrice e "atelier del mondo", la Cina dovrà promuovere "un aumento del suo commercio estero", ha avvertito ancora Li, favorendo gli investimenti esteri e "riducendo il numero di settori il cui accesso è soggetto a restrizioni".

(fonte afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari