mercoledì 07 dicembre | 21:51
pubblicato il 04/nov/2013 14:42

Prelios: nei primi 9 mesi in calo utile e fatturato

(ASCA) - Roma, 4 nov - Risultati in calo per il gruppo Prelios nei primi nove mesi dell'anno. I ricavi consolidati si attestano a 75,2 milioni di euro rispetto ai 95,8 milioni di euro dei primi nove mesi del 2012. In particolare - si legge in una nota -, i ricavi della piattaforma di gestione, italiana ed estera, ammontano a 70,9 milioni di euro (91,6 milioni di euro al 30 settembre dello scorso anno). L'EBIT e' negativo per 7,8 milioni di euro (-6,1 milioni a settembre 2012) e risulta cosi' composto: le attivita' della piattaforma di gestione registrano un risultato negativo per 3,5 milioni di euro, rispetto ad un risultato positivo di 7,6 milioni di euro a settembre 2012, dato quest'ultimo che beneficiava pero' dei proventi per la chiusura di una commessa relativa ad anni precedenti; le attivita' di investimento5 risultano negative per 4,3 milioni di euro (-13,8 milioni di euro nei primi nove mesi del 2012). Il risultato netto di competenza e' negativo per 44,2 milioni di euro a fronte di un risultato consuntivato al 30 settembre 2012 negativo per 171,0 milioni di euro. Sul risultato netto pesano svalutazioni di partecipazioni e investimenti immobiliari, impairment e oneri di ristrutturazione per complessivi circa 40 milioni di euro, compensati pero' dagli effetti contabili positivi dell'operazione straordinaria recentemente conclusa quantificabili in circa 40 milioni di euro. Le vendite di immobili nei primi nove mesi del 2013 sono state pari a 303,6 milioni di euro (478,4 milioni di euro al 30 settembre 2012) e risultano allineate alle contrazioni registrate dal mercato immobiliare domestico nel corso dell'anno. Il periodo in esame - spiega l'azienda - risulta influenzato dalla congiuntura economica e di settore, ancora fortemente negativa, e dal protrarsi della succitata operazione straordinaria conclusasi positivamente a fine agosto. E' dunque solamente a partire da settembre che il management della Societa' si e' potuto integralmente focalizzare sul rilancio industriale, avviando nuove iniziative di crescita e di sviluppo del business.

Il patrimonio netto consolidato ammonta a 225,8 milioni di euro (80,4 milioni al 31 dicembre 2012), mentre il patrimonio netto di competenza e' di 220,4 milioni di euro (74,2 milioni a fine 2012). La variazione e' principalmente attribuibile per 185 milioni di euro all'operazione di aumento di capitale perfezionatasi nel mese di agosto e per 44,2 milioni di euro al risultato negativo del periodo. La posizione finanziaria netta e' passiva per 358,1 milioni di euro, in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2012 (passiva per 520,5 milioni di euro) poiche' beneficia degli effetti della gia' citata operazione straordinaria di rafforzamento patrimoniale e riequilibrio finanziario.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni