sabato 25 febbraio | 10:45
pubblicato il 26/set/2014 09:57

Precari Istat occupano sala stampa, uscita dati in ritardo

I 372 precari rivendicano la stabilizzazione del contratto (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - Dopo il ritardo nei rilascio dei dati sul nuovo Pil e sulle retribuzioni contrattuali, anche questa mattina e' in corso l'occupazione della sala stampa dell'Istituto Nazionale di Statistica da parte dei precari "e pertanto e' bloccato il rilascio dei dati sulla Fiducia delle imprese". E' quanto comunica il Coordinamento dei lavoratori dell'Istat.

I 372 precari dell'Istituto "rivendicano la stabilizzazione del contratto in quanto tale personale e' stato selezionato tramite concorso pubblico, formato ed inserito in maniera strutturale nei processi ordinari dell'Istat. E' in atto il processo di transizione che trasformera' il Censimento decennale in un Censimento Permanente con cadenza annuale, inattuabile senza l'immissione in ruolo di tutto il personale oggi a termine.

Chiediamo risposte immediate dai vertici di questo Istituto e dai referenti governativi".

Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech