sabato 10 dicembre | 21:38
pubblicato il 09/apr/2011 12:23

Precari/ In piazza in tutta Italia perché 'la vita non aspetta'

Da Palermo a Milano passando per Roma.Adesioni Cgil e opposizione

Precari/ In piazza in tutta Italia perché 'la vita non aspetta'

Roma, 9 apr. (askanews) - Da Palermo a Milano passando per Napoli e Roma, perché la "vita non aspetta". Oggi è il giorno dei precari che hanno deciso di scendere in centinaia di piazze italiane per manifestare, "uniti", per "rivendicare diritti oggi negati", per far sentire la loro "voce" contro un mondo del lavoro che li relega ai "margini del sistema produttivo, mortificandone le competenze e cancellando ogni possibilità di realizzazione personale". L'appello, lanciato via internet da un pugno di giovani, porterà oggi, secondo i promotori, ad una giornata di "grande mobilitazione". Una manifestazione a tappe per dire "basta", con una staffetta che passerà da una città all'altra, cominciata oggi di prima mattina in alcune città come Napoli e Bari. E che si sposterà nel pomeriggio un po' dappertutto: a Roma l'appuntamento è in piazza della Repubblica alle 15 per una street parade fino al Colosseo; a Milano la manifestazione è a Colonne di San Lorenzo alle 15,30; a Torino ci sarà un corteo alle ore 15 da piazza Vittorio; a Firenze sempre alle 15 a piazza Santo Spirito; a Palermo alle 17 da Piazza Indipendenza. Iniziative di sostegno verranno dai 'cervelli fuggiti' all'estero con iniziative a Bruxelles e a Washington. Una protesta, quella promossa dal comitato 'Non più disposti a tutto', cui hanno aderito molte personalità del mondo della cultura e dello spettacolo (come Ascanio Celestini, Dario Vergassola, Dario Fo, Sabina Guzzanti, Subsonica), reti ed associazioni studentesche. A sostenerli anche la Cgil e l'opposizione: Pd, Idv, Verdi, Pdci-Federazione della sinistra hanno dato la propria adesione all'iniziativa. Un universo quello del precariato che oggi la Cgia di Mestre quantifica in un esercito di 4 milioni di persone in continuo aumento. "Pretendiamo risposte dalla politica - sottolineano i promotori - questa manifestazione serve per prendere la parola in prima persona e costringere questo Governo e questo Paese a confrontarsi con la precarietà del lavoro e di vita che rende le nostre esistenze insostenibili e con la marginalizzazione di almeno una generazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina