domenica 04 dicembre | 09:26
pubblicato il 08/mag/2012 14:48

Poste Italiane, una mostra per i "150 anni dedicati al futuro"

L'esposizione al Circo Massimo, con due cupole hi-tech

Poste Italiane, una mostra per i "150 anni dedicati al futuro"

Roma, (askanews) - Poste Italiane compie 150 anni e celebra lo storico traguardo con una mostra-evento intitolata "150 anni dedicati al futuro". L'esposizione, ospitata nella cornice del Circo Massimo di Roma, sarà aperta fino al 20 maggio e rappresenta un vero e proprio viaggio nel tempo grazie a foto, oggetti, filmati di ieri e di oggi che scorrono insieme a immagini del futuro realizzate con luci, segni e suggestioni.A tagliare il nastro della mostra è stato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.Poste Italiane guarda soprattutto al futuro, come spiega l'amministratore delegato Massimo Sarmi: "Noi crediamo che poter offrire delle infrastrutture sicure e delle piattaforme di servizio all'avanguardia possa dare slancio a questo nuovo tipo di prospettive che oggi in tutto il mondo segnano il progresso dell'economia".La mostra è allestita all'interno di due cupole hi-tech: quella del Passato e del Presente, che ospita le sezioni dedicate alla storia di Poste Italiane e la cupola del Futuro, con proiezioni di oltre quattro metri, che evocano la comunicazione del domani.

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari