domenica 22 gennaio | 13:23
pubblicato il 04/lug/2014 13:38

Poste: Caio, possibilita' remota vendere azienda 'a pezzi'

(ASCA) - Roma, 4 lug 2014 - ''Oggi stiamo lavorando su Poste Italiane come un unico gruppo. Secondo me per ora e' una possibilita' remota''. L'amministratore delegato di Poste Italiane, Francesco Caio smentisce la possibilita' di vendere Poste Italiane a pezzi, dividendo assicurazioni, banche e servizi.

Parlando a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24, Caio in merito al comunicato unitario emanato dopo l'ultimo Consiglio di Amministrazione, spiega che ''e' la palestra verso la privatizzazione. il mercato ha interesse di capire che cosa succede in azienda, dare trasparenza da' valore''.

Riguardo ai rapporti con i sindacati l'Ad di Poste conferma di aver ''sempre pensato che la discussione e il dialogo col sindacato sia una parte essenziale di qualsiasi piano industriale, quindi spiegazione, condivisione, confronto. Ma le poste, le poste italiane, sono un'azienda talmente complessa e di persone, che qualsiasi piano e' imprescindibile da una condivisione, spiegazione con tutti gli stakeholders''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4