domenica 04 dicembre | 11:31
pubblicato il 21/gen/2013 13:58

Porto Marghera: intesa Clini-Zaia per avvio bonifiche. Progetti per 3mln

(ASCA) - Venezia, 21 gen - Il ministro dell'ambiente Corrado Clini, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni e la presidente della Provincia, Francesca Zaccariotto, hanno sottoscritto quattro protocolli d'intesa per l'avvio delle bonifiche, con progetti imprenditoriali che - come ha sottolineato il governatore - mobiliteranno oltre 3 milioni di investimento.

''Oggi abbiamo sottoscritto i protocolli che definiscono le procedure che devono essere seguite per le bonifiche e il riuso di Porto Marghera - ha spiegato Clini -. In 200 giorni abbiamo approvato 17 progetti per la bonifica ed il riuso che erano fermi da 10 anni''. Clini ha poi aggiunto che ''abbiamo cominciato a liberare aree del Sito di interesse nazionale di Porto Marghera, che percio' potranno essere completamente riutilizzate, senza piu' vincoli. Devo dire che non e' poco.

Sono convinto che, nel momento in cui, come sta avvenendo, aree di Marghera vengono restituite ad usi commerciali ed industriali, senza piu' i vincoli del Sito di interesse nazionale, per cui le imprese che avevano presentato i progetti riceveranno l'autorizzazione, si riavviera' un circuito economico positivo''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari