venerdì 20 gennaio | 21:27
pubblicato il 06/ago/2013 18:00

Porti: Mise, protocollo con enti locali per riqualificazione Piombino

(ASCA) - Roma, 6 ago - Ulteriore passo in avanti per la conclusione dell'iter che permettera' l'avvio degli interventi di infrastrutturazione, riqualificazione e reindustrializzazione dell'aera portuale di Piombino.

L'intesa raggiunta il 26 luglio scorso tra il Ministero dello Sviluppo economico, il Ministero dell'Economia e Finanze, il Ministero delle Infrastrutture, il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e' stata infatti perfezionata oggi con la firma degli Enti locali coinvolti - Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Piombino - e dell'Autorita' Portuale di Piombino.

L'obiettivo e' fare del Porto, rendendolo fruibile anche a navi di stazza adeguata a servire l'area siderurgica, un volano, insieme agli investimenti sulla viabilita', per la ripartenza di un territorio particolarmente colpito dalla crisi. Di tutto cio' si e' parlato nel corso della cerimonia per l'apposizione delle firme in calce al documento che si e' svolta nella sede del Comune di Piombino, alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, del Presidente della Regione Toscana e Commissario Straordinario per l'Area Portuale di Piombino Enrico Rossi, del Presidente della Provincia di Livorno Giorgio Kutufa', del Sindaco di Piombino Gianni Anselmi e del Commissario dell'Autorita' Portuale di Piombino Luciano Guerrieri.

''C'e', da parte di Governo e Regione - ha detto il titolare dello Sviluppo Economico Zanonato - un notevole sforzo finanziario, che avra' come effetto la creazione di numerosi posti di lavoro. Il Governo mantiene cosi' il suo impegno di arrivare all'Accordo di Programma, garantendo che affianchera' con la dovuta attenzione Piombino nel percorso di attuazione. L'esecutivo continuera' inoltre a far sentire con vigore la propria voce nella gestione di importanti vertenze, Lucchini in testa, che troveranno nell'AdP un valido strumento di supporto''. Nel dettaglio, oltre 110 milioni sono destinati agli interventi infrastrutturali veri e propri, anche a carattere ambientale, in attuazione del nuovo Piano regolatore portuale per il rilancio della competitivita' industriale e portuale di Piombino. Le restanti risorse finanziarie saranno impiegate per la realizzazione di indagini di caratterizzazione, bonifica e messa in sicurezza dell'area. Sara' infine realizzata la ''bretella'' di collegamento tra l'area portuale e la superstrada tirrenica, infrastruttura essenziale per il collegamento del Porto e dell'area siderurgica con i mercati di sbocco e di approvvigionamento.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4