giovedì 23 febbraio | 00:16
pubblicato il 28/ago/2014 14:06

Poletti: stop a contrapposizione impresa-lavoro

Primo maggio deve diventare festa del lavoro e della impresa (ASCA) - Rimini, 28 ago 2014 - Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in Italia occorre un cambiamento "culturale" perche' va risolto il tema "della relazione tra impresa e lavoro. Troppa gente pensa che le imprese sfruttino il lavoro e non vadano lasciate libere perche' altrimenti creano disastri. Dobbiamo cambiare testa". Intervenuto al meeting di Comunione e liberazione a Rimini, Poletti ha spiegato: "Ribadisco che il giorno in cui il primo maggio faremo la festa del lavoro e dell'impresa vuol dire che avremo capito, altrimenti hai voglia a cambiare articolo 18, 38".

Per il ministro "l'impianto storico nella relazione lavoro-impresa che e' conflitto-contratto non funziona e va cambiato".

Rbr/Pat/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech