martedì 21 febbraio | 04:54
pubblicato il 02/dic/2015 18:49

Poletti: mai parlato di cottimo, orario di lavoro deve restare

"Ma bisogna leggere in positivo cambiamenti tecnologia" "

Poletti: mai parlato di cottimo, orario di lavoro deve restare

Milano (askanews) - Mai parlato di cottimo, l'orario di

lavoro c'è e deve mantenersi. Il ministro del Lavoro, Giuliano

Poletti, torna sulle sue dichiarazioni sull'orario di lavoro e, a margine di un evento in Regione Lombardia, ha precisato: "ho

detto che l'orario di lavoro non deve essere l'unico elemento a

cui riferirsi, l'orario di lavoro c'è, è da mantenersi ma noi

dobbiamo anche provare a leggere in positivo le dinamiche del

cambiamento delle nuove tecnologie".

"Quella sull'orario di lavoro è una riflessione aperta a tutto il mondo - ha proseguito - qualcuno ha parlato di cottimo,

sinceramente io non ho mai lontanamente sognato di parlare di

questo, sto parlando esattamente dell'opposto, ossia di una

partecipazione attiva e responsabile del lavoratore alla propria

attività di lavoro, alla produzione del valore e dell'opera che

realizza".

Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia