mercoledì 18 gennaio | 13:55
pubblicato il 28/ago/2014 12:00

Poletti: contratto a tutele crescenti, costo più basso iniziale

Su tipologie esistenti non ho pregiudizi

Poletti: contratto a tutele crescenti, costo più basso iniziale

Rimini, 28 ago. (askanews) - Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, il contratto a tutele crescenti deve avere un costo iniziale più basso che induca le imprese ad applicarlo. Intervenuto al meeting di Comunione e liberazione a Rimini, Poletti riferendosi ai contenuti della riforma del mercato del lavoro ha spiegato che quello che occorre sono "nuovi ammortizzatori con una logica di attivazione, politiche attive e una normazione del lavoro con un contratto a tutele crescenti che parta dalla valutazione delle tipologie contrattuali esistenti". "Non ho pregiudizi di alcun tipo, ma bisogna vedere che se un contratto non funziona va eliminato. Io penso - ha detto - che il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti all'inizio dovrebbe avere un costo più basso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa