domenica 11 dicembre | 00:23
pubblicato il 28/ago/2014 12:00

Poletti: contratto a tutele crescenti, costo più basso iniziale

Su tipologie esistenti non ho pregiudizi

Poletti: contratto a tutele crescenti, costo più basso iniziale

Rimini, 28 ago. (askanews) - Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, il contratto a tutele crescenti deve avere un costo iniziale più basso che induca le imprese ad applicarlo. Intervenuto al meeting di Comunione e liberazione a Rimini, Poletti riferendosi ai contenuti della riforma del mercato del lavoro ha spiegato che quello che occorre sono "nuovi ammortizzatori con una logica di attivazione, politiche attive e una normazione del lavoro con un contratto a tutele crescenti che parta dalla valutazione delle tipologie contrattuali esistenti". "Non ho pregiudizi di alcun tipo, ma bisogna vedere che se un contratto non funziona va eliminato. Io penso - ha detto - che il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti all'inizio dovrebbe avere un costo più basso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina