martedì 21 febbraio | 13:30
pubblicato il 28/ago/2014 14:04

*Poletti: contratto a tutele crescenti, costo piu' basso iniziale

Su tipologie esistenti non ho pregiudizi (ASCA) - Rimini, 28 ago 2014 - Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, il contratto a tutele crescenti deve avere un costo iniziale piu' basso che induca le imprese ad applicarlo.

Intervenuto al meeting di Comunione e liberazione a Rimini, Poletti riferendosi ai contenuti della riforma del mercato del lavoro ha spiegato che quello che occorre sono "nuovi ammortizzatori con una logica di attivazione, politiche attive e una normazione del lavoro con un contratto a tutele crescenti che parta dalla valutazione delle tipologie contrattuali esistenti". "Non ho pregiudizi di alcun tipo, ma bisogna vedere che se un contratto non funziona va eliminato. Io penso - ha detto - che il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti all'inizio dovrebbe avere un costo piu' basso".

Rbr/Pat/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia