giovedì 19 gennaio | 16:42
pubblicato il 03/mar/2014 12:00

Poletti: aumento Tasi inevitabile, non era modificabile

Ma per il futuro risorse non per via fiscale ma riducendo spesa

Poletti: aumento Tasi inevitabile, non era modificabile

Milano, 3 mar. (askanews) - "E' comprensibile ma questa situazione era inevitabile perché completa un quadro fiscale che è stato organizzato intorno alle tematiche dei servizi e della casa". Così il neo ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in merito alle lamentele seguite al nuovo aumento della Tasi. "Questo non era modificabile - ha aggiunto ai microfoni di L'Economia prima di tutto del Gr Rai - ma per il futuro la nostra scelta è quella di andare sul tema della spending review e quindi del non recuperare risorse per via fiscale ma riducendo la spesa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Netflix
Netflix, record di abbonati nel 4 trimestre, anche fuori dagli Usa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale