mercoledì 18 gennaio | 15:09
pubblicato il 14/giu/2013 13:45

Pmi: Rete imprese, sono al collasso. No aumento Iva e ridurre Imu

(ASCA) - Roma, 14 giu - Le Piccole e medie imprese sono al collasso. Lo afferma Rete Imprese per l'Italia in una nota nella quale chiede al governo di non aumentare l'Iva e ridurre l'Imu.

''La drammaticita' della situazione, evidente a tutti e confermata dai dati - afferma Rete Imprese -, impone al Governo l'urgenza di varare misure che diano risposte immediate a famiglie e imprese che ormai sono allo stremo.

Misure che dovrebbero produrre immediatamente segnali di un'inversione di tendenza rispetto alle politiche del rigore e dell'austerita' del passato e quindi creare le condizioni di una ripresa dell'economia, sul tipo di quelle adottate con la conferma dei bonus sulle ristrutturazioni e il risparmio energetico''.

''Viceversa, nonostante gli intendimenti e le dichiarazioni di tutti i partiti che sostengono il Governo - prosegue la nota -, si conferma, di fatto, in queste ore il ricorso alla leva fiscale attraverso l'aumento dell'Iva dal 1* luglio, dimenticando i gravi effetti negativi che questa misura produrrebbe sull'economia reale: ulteriore contrazione dei consumi, chiusure di imprese e un impatto sui prezzi tra luglio e agosto tra lo 0,3%-0,4%, il cosiddetto 'effetto scalino'''.

''Le imprese del terziario di mercato e dell'artigianato, che vivono prevalentemente di domanda interna e che scontano gli effetti di un livello record di pressione fiscale, di una stretta creditizia senza precedenti, di una burocrazia asfissiante, complicata e costosa, anche per ottenere il pagamento dei crediti dalle pubbliche amministrazioni, non sono piu' nella condizione di sopportare ulteriori aumenti di tasse - conclude la nota -. Rete Imprese Italia ritiene, quindi, una scelta ineludibile quella di cancellare definitivamente l'aumento dell'Iva e di escludere dall'imposizione tutti gli immobili strumentali all'attivita' d'impresa e chiede al Governo di trovare le risorse necessarie attraverso una piu' coraggiosa e incisiva azione di spending review''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa