domenica 26 febbraio | 23:20
pubblicato il 22/lug/2016 15:56

Più innovazione digitale per una mobilità intelligente

Se ne è parlato a un incontro organizzato dal gruppo Hdrà

Più innovazione digitale per una mobilità intelligente

Roma, (askanews) - Innovare in senso digitale le infrastrutture, per una mobilità intelligente. Se ne è parlato in un incontro organizzato dal gruppo Hdrà per fare il punto sulla trasformazione digitale in atto nel sistema di mobilità e sulla necessità di infrastrutture nuove e leggere, di qualità, più sicure ed economiche. Difatti se il 60,6% degli italiani nel 2001 erano soggetti al tradizionale modello "a spostamento singolo" che aveva come origine e destinazione il domicilio, oggi il 44% della popolazione è passata "a spostamenti multipli" ovvero a viaggi costituiti da un insieme concatenato di trasferimenti. Questa complessità organizzativa, negli spostamenti all'interno delle città, può essere meglio supportata dall'innovazione digitale, come spiega il vice presidente di Huawei Italia, Luigi De Vecchis.

"In città per quanto riguarda invece le smart city sono applicazioni che servono di ausilio al cittadino. Per esempio il traffico lungo una strada: telecamere e sensori riescono a capire il flusso di vetture e quindi a indicare ad autovetture o ai cittadini, percorsi alternativi nel caso ci siano necessità particolari. Questo non serve solo ai cittadini, ma ai mezzi di soccorso per esempio".

Ma la digitalizzazione delle infrastrutture per la mobilità può divernire anche un volano per l'economia del paese e un'opportunità di competitività del sistema, come sottolinea Luisa Arienti, amministratore delegato Sap Italia.

"Sono veramente convita che il nostro paese abbia un'opportunità enorme che è quella che la digitalizzazione offre e che siano in campo oramai le competenze che servono per sfruttare queste opportunità e per trasformarle in reale competitività per il paese".

Insomma le infrastrutture stradali e di trasporto rappresentano sempre più un asset economico strategico per lo sviluppo in chiave "smart" dell'intero Paese, per questo occorre migliorare l'esperienza del viaggio, affidata sempre più all'interfaccia di internet, ed efficientare la logistica delle merci in termini di controllo sullo stato e la posizione dei carichi e l'ottimizzazione dei flussi di ultimo miglio.

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech