lunedì 05 dicembre | 03:59
pubblicato il 27/gen/2015 20:52

Pitti Uomo, Musso: capi high-tech, taggati con microchip

Crescita in Nord-Europa e sviluppo in Giappone e Corea Sud

Pitti Uomo, Musso: capi high-tech, taggati con microchip

Firenze, (askanews) - Le interviste dell'eccellenza del Made in Italy presentata a Pitti Uomo: Manuele Musso, managing director Bomboogie. "E' un militare che non scompare: la funzionalità dei capi si trasforma e man mano rimane più evidente anche nei materiali utilizzati - sempre più high-tech - e nelle iperfunzionalità di alcuni dettagli all'interno dei capi- la differenza tra un capo di ispirazione militare e uno non militare è che la funzionalità non è qualcosa che deve essere per forza molto visibile, ma è qualcosa che il più delle volte viene tenuta nascosta ma è prettamente utile a chi utilizza il capo".

"In un mercato maturo - ha spiegato - si può competere solo unicamente andando a fare una migrazione di conoscenze da altri mercati. Per esempio i nostri capi sono taggati con dei microchip, utilizziamo la microfrequenza. Stiamo poi sviluppando degli specchi all'interno dei negozi che possono andare a dare indicazioni di vendita o di acquisto a chi si mette il capo davanti allo specchio". "Siamo cresciuti molto nel nord-Europa e stiamo sviluppando anche l'Asia - con Giappone e Corea del Sud".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari