domenica 26 febbraio | 16:18
pubblicato il 14/giu/2016 16:24

Pitti Uomo: le due anime di Allegri, tecnica e naturale

Il direttore generale Mario Mansi e il brand manager Matteo Zara

Pitti Uomo: le due anime di Allegri, tecnica e naturale

Roma, (askanews) - La casa Allegri a Pitti Uomo: Mario Mansi, direttore generale, ci spiega che "Per Allegri, l'heritage è un elemento essenziale che abbiamo sempre tenuto presente nello sviluppo di questo marchio, perché si ricollega non solo a delle forme o dai materiali, ma ad un vissuto fondamentale nel quotidiano. L'heritage è quello che è stato nel tempo e aggiornato ma sempre nella sua funzione d'uso permanente. L'impermeabile è sempre quello, la funzione è sempre quella, la capacità di aggiornare ed evolvere diventa heritage, molto semplicemente".

E quest'anno la tradizione si declina in due modi spiega il brand manager Matteo Zara. "Quest'anno la collezione propone due anime, i tessuti tecnici e i tessuti naturali. Abbiamo lavorato con delle fibre giapponesi, intrecciate per creare leggerezza e, allo stesso tempo, mantenere la tecnicità, l idrorepellenza e la resistenza al vento. Abbiamo lavorato con una bava di nylon monostretch, leggerissima, quest'anno la leggerezza è uno degli elementi fondamentali".

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech