venerdì 09 dicembre | 20:39
pubblicato il 06/ago/2014 15:22

Pil, Nomisma: servono stimoli alla domanda piu' che riforme strutturali

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - ''Il rimbalzo della produzione industriale in giugno non evita che il Pil nel secondo trimestre vada peggio delle attese, anche di quelle piu' pessimistiche''. E' quanto rileva Sergio de Nardis, capo economista di Nomisma commentando i dati Istat su Pil e Produzione Industriale diramati oggi. Secondo l'economista ''in questa fase piu' che interventi di riforma strutturale sono necessari maggiori stimoli alla domanda che coinvolgano l'Europa: politiche per il sostegno della congiuntura nei paesi ''core'' e rimodulazione del percorso di consolidamento del fiscal compact nei periferici''.

Sulla base dei dati del Pil, de Nardis indica che ''ipotizzando un trend congiunturale stabilmente positivo nella seconda meta' dell'anno, il Pil nella media del 2014 e' destinato a rimanere pressoche' stagnante. In questa (favorevole) assunzione, il rapporto deficit/Pil si porta dal 2,6% previsto dal Governo al 3%. La rivalutazione del Pil che L'Istat comunichera' a settembre, con il passaggio al nuovo schema di contabilita' nazionale, potra' limare questo rapporto marginalmente al ribasso (di un decimo di punto) solo se la correzione al rialzo del Pil risultera' di una certa consistenza (almeno del 2%)''. ''Inutile dire che manovre correttive per riportare i conti pubblici italiani in linea con gli obiettivi avrebbero effetti controproducenti sull'economia. La seconda implicazione riguarda la politica economica. La stagnazione/recessione italiana e' determinata dalla debolezza della domanda interna. Se quella estera si indebolisce, per rallentamento della congiuntura internazionale o apprezzamento dell'euro, ricompare il segno meno davanti al Pil. Per combattere la stagnazione sono necessarie politiche di sostegno alla domanda''. did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina