mercoledì 25 gennaio | 03:01
pubblicato il 20/giu/2013 11:37

Pil: Istat, nel 2012 flessione omogenea nel paese. Sud in fondo a -2,8%

(ASCA) - Roma, 20 giu - Nel 2012 il Prodotto interno lordo (Pil), misurato in volume, ha segnato una dinamica piuttosto omogenea a livello territoriale, con una riduzione di poco inferiore a quella media nazionale nel Nord-ovest (-2,1%) e nel Centro (-2,3%), di pari intensita' nel Nord-est (-2,4%) e piu' accentuata nel Mezzogiorno (-2,8%). Tali risultati sono coerenti con i dati relativi ai conti nazionali pubblicati il 1* marzo di quest'anno, che indicavano per il 2012 una riduzione del Pil italiano del 2,4%. Lo comunica l'Istat.

La flessione del valore aggiunto e' risultata meno marcata nel Nord-ovest rispetto alla media nazionale con cali del 3% nel settore primario, del 3,3% nell'industria e dell'1,1% nei servizi.

Nel Nord-est il peggioramento dell'attivita' economica e' da attribuirsi, soprattutto, alle rilevanti diminuzioni del valore aggiunto nel settore primario (-7,3%) e nell'industria (-3,9%). Nel settore terziario il calo e' stato dell'1%.

Nel Centro si e' riscontrata una contrazione particolarmente marcata del valore aggiunto dell'industria (-6%) e anche il settore primario ha segnato una forte riduzione (-4,2%). Il settore terziario ha registrato, invece, una flessione piu' contenuta (-0,9%).

Il Mezzogiorno ha segnato, in termini aggregati, i risultati piu' negativi. Il calo del valore aggiunto e' stato del 3,4% nel settore primario (inferiore a quello nazionale), del 5% nell' l'industria e dell' 1,8% nei servizi.

L'occupazione in Italia ha registrato, nel 2012, una diminuzione dell'1,1%. L'andamento dell'occupazione rispecchia le dinamiche territoriali del valore aggiunto. Nel Mezzogiorno si assiste alla contrazione maggiore (-1,4%), mentre nel Centro-Nord la perdita occupazionale e' piu' contenuta, con cali dell'1% nel Nord-ovest, dello 0,8% nel Nord-est e dell'1% nel Centro. Maggiori disparita' territoriali si registrano per l'occupazione del settore industriale, con diminuzioni piu' contenute al Nord (-2,2% nel Nord-ovest e -2,4% nel Nord-est) e piu' marcate al Centro (-4,4%) e nel Mezzogiorno (-3,6%).

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4