lunedì 27 febbraio | 10:57
pubblicato il 20/giu/2013 11:37

Pil: Istat, nel 2012 flessione omogenea nel paese. Sud in fondo a -2,8%

(ASCA) - Roma, 20 giu - Nel 2012 il Prodotto interno lordo (Pil), misurato in volume, ha segnato una dinamica piuttosto omogenea a livello territoriale, con una riduzione di poco inferiore a quella media nazionale nel Nord-ovest (-2,1%) e nel Centro (-2,3%), di pari intensita' nel Nord-est (-2,4%) e piu' accentuata nel Mezzogiorno (-2,8%). Tali risultati sono coerenti con i dati relativi ai conti nazionali pubblicati il 1* marzo di quest'anno, che indicavano per il 2012 una riduzione del Pil italiano del 2,4%. Lo comunica l'Istat.

La flessione del valore aggiunto e' risultata meno marcata nel Nord-ovest rispetto alla media nazionale con cali del 3% nel settore primario, del 3,3% nell'industria e dell'1,1% nei servizi.

Nel Nord-est il peggioramento dell'attivita' economica e' da attribuirsi, soprattutto, alle rilevanti diminuzioni del valore aggiunto nel settore primario (-7,3%) e nell'industria (-3,9%). Nel settore terziario il calo e' stato dell'1%.

Nel Centro si e' riscontrata una contrazione particolarmente marcata del valore aggiunto dell'industria (-6%) e anche il settore primario ha segnato una forte riduzione (-4,2%). Il settore terziario ha registrato, invece, una flessione piu' contenuta (-0,9%).

Il Mezzogiorno ha segnato, in termini aggregati, i risultati piu' negativi. Il calo del valore aggiunto e' stato del 3,4% nel settore primario (inferiore a quello nazionale), del 5% nell' l'industria e dell' 1,8% nei servizi.

L'occupazione in Italia ha registrato, nel 2012, una diminuzione dell'1,1%. L'andamento dell'occupazione rispecchia le dinamiche territoriali del valore aggiunto. Nel Mezzogiorno si assiste alla contrazione maggiore (-1,4%), mentre nel Centro-Nord la perdita occupazionale e' piu' contenuta, con cali dell'1% nel Nord-ovest, dello 0,8% nel Nord-est e dell'1% nel Centro. Maggiori disparita' territoriali si registrano per l'occupazione del settore industriale, con diminuzioni piu' contenute al Nord (-2,2% nel Nord-ovest e -2,4% nel Nord-est) e piu' marcate al Centro (-4,4%) e nel Mezzogiorno (-3,6%).

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech