domenica 11 dicembre | 13:40
pubblicato il 04/dic/2015 18:46

Pil, Istat: crescita ancora moderata, nel 2015 atteso +0,7%

Renzi: ripresa rallenta ma Italia può tornare locomotiva

Pil, Istat: crescita ancora moderata, nel 2015 atteso +0,7%

Roma, 4 dic. (askanews) - Resta debole la ripresa dell'economia italiana e molto probabilmente nel 2015 la crescita del Pil sarà inferiore al +0,9% indicato dal governo. Secondo le stime dell'Istat, negli ultimi tre mesi dell'anno ci sarà un +0,2%, come nel trimestre precedente. Un rallentamento rispetto al primo semestre che porterà a una crescita inferiore alle aspettative: per quest'anno infatti, al momento, si prevede un +0,7% a parità di giorni lavorativi.

Un risultato che alla fine potrebbe essere arrotondato a +0,8%, visto che il 2015 ha tre giornate di lavoro in più. Ma è difficile che si raggiunga il +0,9% indicato dall'Istat un mese fa, in linea con le previsioni dell'esecutivo. E lo stesso Matteo Renzi ha riconosciuto che il Pil è in frenata, sottolineando che "alcune previsioni segnano un potenziale rallentamento della ripresa".

Per il quarto trimestre, spiega l'istituto di statistica, "ci si attende la prosecuzione di una espansione a ritmi moderati. Il percorso di crescita rimane caratterizzato dall'attuale fase del ciclo internazionale, che condiziona negativamente la dinamica delle esportazioni italiane". Tuttavia, "il clima di fiducia delle famiglie prefigura un andamento positivo dei consumi anche nei prossimi mesi, così come rimangono moderatamente favorevoli le attese sull'evoluzione dell'occupazione e dell'inflazione".

La fiducia sarà un fattore chiave anche per il presidente del Consiglio. "Gli eventi di Parigi - ha detto Renzi - e la crisi dei paesi emergenti non sono propriamente due buone notizie nemmeno sotto il profilo economico". Ma per il premier "l'Italia ha tutto per tornare a essere una locomotiva. La velocità della crescita dipenderà adesso innanzitutto dai consumi interni e dagli investimenti. Ecco perchè - ha aggiunto nella enews inviata ai suoi sostenitori - il mio invito a crederci non è generico ottimismo, ma precisa strategia economica".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina