domenica 26 febbraio | 02:33
pubblicato il 15/mag/2013 16:48

Pil: Confesercenti, peggio di previsioni. Rischio deflazione

(ASCA) - Roma, 15 mag - ''E' sempre piu' drammatica la situazione dell'economia italiana e la previsione Istat sul Pil 2013 e' perfino peggiore di quelle ufficiali Di questo passo con l'inflazione ai minimi livelli il pericolo della deflazione diventa incombente e potrebbe avere effetti devastanti sul mercato interno gia' stremato dalla crisi'', cosi' la nota di Confesercenti sui dati del Pil del primo trimestre (-0,5% su base trimestrale, -2,3% su base annuale).

''In questa situazione e' perfino ottimistico immaginare che il 2013 si concluda con un Pil a meno 1,7%. La priorita' diventa una sola: fare presto ad intervenire su fisco e lavoro. La probabile decisione di sospendere l'Imu anche sugli immobili d'impresa e' un primo passo positivo, ma non basta. Occorre far ricorso ad ogni risorsa possibile per ridurre la pressione fiscale e restituire flessibilita' ad un mercato del lavoro che sta diventando ogni giorno piu' oneroso. Ed a nessuno venga in mente di insistere sull'aumento dell'Iva dal 21 al 22% che potrebbe avere un effetto negativo sul Pil nel tempo di due-tre decimi di punto. La nostra aspettativa e' invece quella di un ritorno al 20% per dare impulso agli investimenti ed all'occupazione'', conclude la nota.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech