mercoledì 22 febbraio | 07:58
pubblicato il 09/set/2014 17:35

Pil: con ricalcolo 2011, lavoro irregolare balza al 14,5%

(ASCA)- Roma, 9 set 2014 - L'applicazione delle nuove norme Sec 2010 alla contabilita' nazionale vedono il Pil nominale tricolore del 2011 rivalutato di 59 miliardi. L'affinamento delle tecniche di indagine sugli input del lavoro utilizzati nel processo produttivo fotografa, dal lato del mercato del lavoro, un deciso aumento del tasso di irregolarita'. Quello del 2011, misurato con il metodo Sec 95, era pari al 12% della forza lavoro ma, misurato con il Sec 2011, sale al 14,5%. Si tratta di 159mila persone. Diminuisce nell'agricoltura dal 24,8% al 16,7% del totale del settore, sale nell'industria al 9,5% dal 6,7% e nei servizi dal 13,1% al 16,1%.

L'occupazione irregolare deriva dal fatto che non vi corrisponde alcuna forma di aumento contributivo o fiscale.

L'irregolarita' riguarda sia il lavoro autonomo e sia quello dipendente. E' quanto ererso oggi dai numeri dell'Istat presentati in occasione del ricalcolo del Pil 2011.

men/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia