domenica 11 dicembre | 14:53
pubblicato il 15/mag/2014 16:28

Pil: Cgil, da austerita' ancora effetti depressivi. Costruire ripresa

(ASCA) - Roma, 15 mag 2014 - ''I dati di oggi confermano purtroppo che non e' possibile l'ottimismo a buon mercato.

Gli effetti depressivi delle politiche d'austerita', in buona parte dei paesi d'Europa cosi' come in Italia, sono come sosteniamo da tempo ancora molto significativi''. E' quanto si legge in una nota della Cgil in merito ai dati sul Pil diffusi oggi dall'Istat.

''La ripresa non e' iniziata e il vero problema di politica economica e' quello di costruire la ripresa. Come la Cgil dice da tempo, attraverso il suo Piano del Lavoro, e la Ces col Piano di investimenti europei, non ci si puo' limitare ad una politica di incentivazione delle imprese e dei mercati, ci vuole una politica pubblica di creazione di nuovo lavoro, in particolare verso i giovani e i nuovi settori, quelli dei beni comuni e dell'innovazione tecnologica'', conclude la Cgil.

red-glr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina