mercoledì 07 dicembre | 11:36
pubblicato il 14/feb/2013 16:56

Pil: Centrella (Ugl), crescita non e' opzione ma strada obbligata

(ASCA) - Roma, 14 feb - ''La crescita non e' piu' un'opzione, ma una strada obbligata''. Con queste parole Giovanni Centrella, segretario generale dell'Ugl, commenta gli ultimi dati del pil.

''Il rigore iniquo - spiega il sindacalista -, ciecamente inseguito dall'Italia e dall'Europa, e' stato scaricato sulle spalle del ceto medio-basso a suon di tasse e di tariffe che hanno paralizzato il mercato interno, quindi i consumi, le produzioni e l'occupazione, innescando una spirale economica recessiva''.

Secondo Centrella ''solo detassando le buste paga di operai, impiegati, pensionati e famiglie, abolendo l'Imu sulla prima casa ad uso abitazione civile, sostenendo le imprese sane e investendo risorse in infrastrutture immediatamente realizzabili potremmo sperare di uscire da quello che, in caso contrario, si rivelerebbe un pericoloso vicolo cieco per il nostro Paese e per tutto il continente europeo''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni