lunedì 16 gennaio | 16:15
pubblicato il 14/feb/2013 16:56

Pil: Centrella (Ugl), crescita non e' opzione ma strada obbligata

(ASCA) - Roma, 14 feb - ''La crescita non e' piu' un'opzione, ma una strada obbligata''. Con queste parole Giovanni Centrella, segretario generale dell'Ugl, commenta gli ultimi dati del pil.

''Il rigore iniquo - spiega il sindacalista -, ciecamente inseguito dall'Italia e dall'Europa, e' stato scaricato sulle spalle del ceto medio-basso a suon di tasse e di tariffe che hanno paralizzato il mercato interno, quindi i consumi, le produzioni e l'occupazione, innescando una spirale economica recessiva''.

Secondo Centrella ''solo detassando le buste paga di operai, impiegati, pensionati e famiglie, abolendo l'Imu sulla prima casa ad uso abitazione civile, sostenendo le imprese sane e investendo risorse in infrastrutture immediatamente realizzabili potremmo sperare di uscire da quello che, in caso contrario, si rivelerebbe un pericoloso vicolo cieco per il nostro Paese e per tutto il continente europeo''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow