mercoledì 18 gennaio | 11:32
pubblicato il 10/apr/2013 14:17

Pil: Barclays stima contrazione 2013 a -1,5%. Pesa calo domanda interna

(ASCA) - Roma, 10 apr - Dopo la flessione delle produzione industriale italiana nel mese di febbraio (-0,8%) superiore al consensus degli economisti (-0,5%), per Fabio Fois, economista di Barclays, il Pil tricolore dovrebbe segnare nel primo trimestre una contrazione, su base congiunturale, pari a -0,5%, in frenata rispetto alla flessione di -0,9% registrata nell'ultimo quarto del 2012.

Per l'intero 2013, Barclays prevede una contrazione del Pil pari a -1,5%.

''Le esportazioni nette, che rimangano il principale fattore di crescita, difficilmente riusciranno a controbilanciare la forte caduta dei consumi, privati e pubblici, e degli investimenti'', spiega Fois.

Per l'anno prossimo Barclays prevede un ritorno della crescita economica con il Pil a +1,0%.

''Il problema principale del paese e' riaprire l'agenda delle riforme bloccata dallo stallo politico'' conclude l'economista di Barclays.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa