venerdì 09 dicembre | 16:29
pubblicato il 10/apr/2013 14:17

Pil: Barclays stima contrazione 2013 a -1,5%. Pesa calo domanda interna

(ASCA) - Roma, 10 apr - Dopo la flessione delle produzione industriale italiana nel mese di febbraio (-0,8%) superiore al consensus degli economisti (-0,5%), per Fabio Fois, economista di Barclays, il Pil tricolore dovrebbe segnare nel primo trimestre una contrazione, su base congiunturale, pari a -0,5%, in frenata rispetto alla flessione di -0,9% registrata nell'ultimo quarto del 2012.

Per l'intero 2013, Barclays prevede una contrazione del Pil pari a -1,5%.

''Le esportazioni nette, che rimangano il principale fattore di crescita, difficilmente riusciranno a controbilanciare la forte caduta dei consumi, privati e pubblici, e degli investimenti'', spiega Fois.

Per l'anno prossimo Barclays prevede un ritorno della crescita economica con il Pil a +1,0%.

''Il problema principale del paese e' riaprire l'agenda delle riforme bloccata dallo stallo politico'' conclude l'economista di Barclays.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Borsa
La Borsa di Milano brinda alla proroga del Qe Bce, Ftse-Mib +1,64%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Morto a 95 anni John Glenn, il primo austronauta Usa in orbita
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina