domenica 26 febbraio | 21:11
pubblicato il 10/apr/2013 14:17

Pil: Barclays stima contrazione 2013 a -1,5%. Pesa calo domanda interna

(ASCA) - Roma, 10 apr - Dopo la flessione delle produzione industriale italiana nel mese di febbraio (-0,8%) superiore al consensus degli economisti (-0,5%), per Fabio Fois, economista di Barclays, il Pil tricolore dovrebbe segnare nel primo trimestre una contrazione, su base congiunturale, pari a -0,5%, in frenata rispetto alla flessione di -0,9% registrata nell'ultimo quarto del 2012.

Per l'intero 2013, Barclays prevede una contrazione del Pil pari a -1,5%.

''Le esportazioni nette, che rimangano il principale fattore di crescita, difficilmente riusciranno a controbilanciare la forte caduta dei consumi, privati e pubblici, e degli investimenti'', spiega Fois.

Per l'anno prossimo Barclays prevede un ritorno della crescita economica con il Pil a +1,0%.

''Il problema principale del paese e' riaprire l'agenda delle riforme bloccata dallo stallo politico'' conclude l'economista di Barclays.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech