giovedì 19 gennaio | 12:51
pubblicato il 01/lug/2014 12:55

Pil: Angeletti, se non sale domanda interna non usciamo da impasse

(ASCA) - Torino, 1 lug - Il peggioramento delle stime sul Pil sono ''un dato preoccupante. Non riusciamo a uscire dall'impasse in cui ci troviamo. D'altronde fino a quando non aumentera' la domanda interna e' veramente difficile che si possa avere un aumento significativo del pil che per l'80% e' fatto dalla domanda interna''. Lo ha detto il leader della Uil, Luigi Angeletti, a margine del X Congresso Uil Piemonte.

Quanto al clima di fiducia, Angeletti ha osservato che ci sara' ''quando cominceremo a vedere non promesse ma investimenti veri e possibilmente dall'estero. Quando ci sara' qualcuno che mettera' qualche miliardo di euro in Italia quello sara' il segno positivo''.

eg/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Netflix
Netflix, record di abbonati nel 4 trimestre, anche fuori dagli Usa
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio, Vega si prepara al primo lancio dell'anno con Sentinel-2B
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina