domenica 22 gennaio | 17:56
pubblicato il 15/apr/2014 17:42

Piemonte/export: Sace, trasporti e agroalimentare al top

(ASCA) - Torino, 15 apr 2014 - Nel 2013 l'export piemontese e' cresciuto del 3,9%, confermandosi la quarta regione italiana in termini di volumi esportati. E' quanto e' stato sottolineato nel corso di Rethink, Rapporto con le previsioni sui trend dell'export italiano per il 2014-2017, con un focus dedicato al tessuto imprenditoriale del Piemonte, presentato oggi all'Unione Industriale da Sace, il gruppo assicurativo-finanziario che sostiene la crescita e la competitivita' delle imprese italiane nel mondo. L'evento e' stato anche l'occasione per far conoscere agli imprenditori della regione l'ufficio di Sace a Torino che serve gia' oltre 1.000 aziende e che nel solo 2013, ha dichiarato Simonetta Acri, Direttore Rete Italia di Sace ''ha seguito nuove operazioni per un valore complessivo di 1,3 miliardi di euro''. Una crescita sostenuta, quella dell'export piemontese, destinata a mantenersi positiva nei prossimi anni, secondo quanto emerge dai dati analizzati nel Convegno. Tra i settori a maggior potenziale export del tessuto imprenditoriale regionale, vi sono i mezzi di trasporto (che hanno chiuso il 2013 con +17,5%, su cui ha inciso il comparto automotive), l'agroalimentare (+5,3%, in cui spicca l'andamento del distretto dei vini) e la moda, in particolare nell'alto di gamma (+2,5%), trainati dalla domanda proveniente dai mercati europei non-Ue (con Russia e Turchia in testa), dall'Asia Orientale (Cina e Giappone) e dagli Stati Uniti. La meccanica strumentale, altra eccellenza del territorio, nel 2013 ha registrato un rallentamento legato prevalentemente all'area Euro pur mantenendo livelli elevati di export (8,4 miliardi di euro) e intercettando il maggior dinamismo dei mercati di Nord Africa (+6,6%) e America Latina (+14,7%). Tutti questi settori rientrano nella classifica Top Sector del Rapporto di Sace, che segnala i comparti a maggior potenziale per l'export nei prossimi quattro anni (2014-2017: l'agroalimentare, best performer a livello nazionale, con previsioni di crescita dell'export all'8,9%, seguito dalla meccanica strumentale (8,5%) e, a breve distanza, dai mezzi di trasporto (7,7%) e dal tessile e abbigliamento (7%).

Secondo le rilevazioni di SACE, i migliori margini di crescita per l'export di questi settori proverranno dai mercati emergenti: non solo i Brics, ma anche diverse destinazioni meno battute (come Arabia Saudita, Angola, Cile, Filippine, Indonesia, Tailandia) senza dimenticare i mercati avanzati gia' acquisiti (come Canada e Francia). Licia Mattioli Presidente degli industriali torinesi ha sottolineato come ''negli ultimi anni l'elemento discriminante per le aziende manifatturiere e' stato il loro grado di proiezione sui mercati esteri, soprattutto su quelli emergenti. In sostanza chi esporta una quota significativa del proprio fatturato ha fronteggiato meglio la crisi e ora - fra questi - sono gia' in molti a collocare la fase recessiva alle proprie spalle. Chi viceversa si e' affidato al solo mercato interno ha sofferto di piu' ed anche in questo momento non vede prospettive di una autentica ripresa.

Percio' l'estero, per l'industria manifatturiera - ha proseguito Mattioli - non e' piu' un'opzione ma una scelta strategica fondamentale. In tal senso la stretta collaborazione instaurata con Sace  non puo' che essere letta in questa prospettiva, di una sinergia sempre piu' stretta a supporto delle aziende torinesi e piemontesi che intraprendono la via dei mercati internazionali. E anche la contiguita' fisica degli Uffici - ha osservato Mattioli -, nella casa comune delle imprese e in un contesto altamente professionale non puo' che dare forza e  concretezza alla volonta' di offrire il migliore sostegno a tutte le aziende associate''.

com/eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4