domenica 04 dicembre | 05:10
pubblicato il 17/gen/2013 15:06

Piano Citta': partono 28 progetti che attivano investimenti per 4,4 mld

Piano Citta': partono 28 progetti che attivano investimenti per 4,4 mld

(ASCA) - Roma, 17 gen - Il Piano Citta', un'idea nata lo scorso maggio per iniziativa dell'Anci, fatta propria dal Ministero dei trasporti e delle infrastrutture e da quello dell'Ambiente, prima si e' trasformata in una norma, poi in un decreto e ora in realta' operativa che cerca di intercettare i bisogni dei territori. Oggi la presentazione dei 28 progetti che presentati da Comuni sono selezionati e che genereranno investimenti complessivi per 4,372 miliardi, dove la cosiddetta Cabina di regia, attivando fondi dal centro, ha coperto il gap finanziario di 328 milioni che mancava per aprire i cantieri.

Le restanti risorse erano gia' disponibili a livello deglienti locali grazie anche alla compartecipazione del capitale privato, no profit incluso. In complesso i comuni avevano presentato 457 progetti per una spesa complessiva di 18 miliardi, dove la Cabina di regia avrebbe dovuto coprire un gap finanziario di 8 miliardi. La scelta dei progetti, come ha spiegato il ministro dei trasporti e delle infrastrutture, Corrado Passera, e' caduta sulle opere di riqualificazione (ad esempio come il recupero delle aree urbane degradate, social housing nelle zone con tensioni abitative, ripristino e bonifica ambientale) ''immediatamente canteriabili, per noi far ripartire i cantieri e' la cosa piu' importante''. Si tratta infatti di opere gia' approvate a livello locale ma che non potevano partire o essere completati a causa del gap finanziario, poi coperto dalla cabina di regia.

Azzerati alcuni ostacoli di natura burocratica, ''il Piano e' un pezzo importante dell'agenda verde per la crescita che abbiamo costruito insieme a Monti per far partire opere bloccate anche da una normativa ambientale barocca che abbiamo cambiato'', ha sottolineato il ministro dell'ambiente, Corrado Clini. Sia Passera che Clini hanno ricordato come i progetti non selezionati rappresentino un patrimonio da preservare ed attivare con nuove risorse da parte del governo che verra'.

Sulle opere approvate e' previsto un costante monitoraggio sullo stato di avanzamento. Se non ci fosse tiraggio, cioe' le risorse non venissero utlizzate, allora i fondi potranno essere dirottati verso altri progetti.

Non solo opere ma anche opportuinita' per creare occupazione, secondo le stime di Federcostruzioni, 7 miliardi di investimenti creano 70 mila posti di lavoro, non solo nell'edilizia, ma in tutto l'indotto coinvolto nelle opere di riqualificazione urbana. I 28 progetti che avviano il Piano Citta' sono cantierabili gia' da quest'anno e completabili entro il 2014, interessano territori urbani che contano complessivamente circa 10 milioni abitanti.

men/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari