lunedì 23 gennaio | 22:40
pubblicato il 10/gen/2014 17:10

Philip Morris: investimento da 500 mln su nuovo stabilimento a Bologna

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - Philip Morris International investira' circa 500 milioni di euro per la costruzione, nell'area di Bologna, di uno stabilimento-pilota e della sua prima fabbrica nell'Unione Europea e nel mondo per la produzione di prodotti a potenziale rischio ridotto. Lo annuncia la societa' spiegando che, a regime, la capacita' produttiva della fabbrica, combinata a quella dello stabilimento-pilota, sara' in grado di raggiungere i 30 miliardi di unita' entro il 2016.

''Lo sviluppo e la realizzazione di prodotti a rischio ridotto rappresenta un importante passo avanti per il raggiungimento dell'obiettivo di salute pubblica di riduzione del danno da fumo, un potenziale cambio di paradigma per l'intero settore e una grande opportunita' di crescita per Philip Morris International. L'investimento in questa prima fabbrica e' una tappa fondamentale nella nostra tabella di marcia per rendere questi prodotti disponibili per i fumatori adulti'' ha dichiarato Andre' Calantzopoulos, Chief Executive Officer di Philip Morris International. ''L'investimento dimostra il nostro forte impegno nei confronti dell'Italia ed in particolare nell'area di Bologna, che non solo e' sede della nostra fabbrica per filtri all'avanguardia - Intertaba, sita a Zola Predosa - ma offre anche grandi infrastrutture e, soprattutto, l'accesso a eccezionali talenti''.

La costruzione della nuova fabbrica iniziera' da subito e durera' circa due anni. Una volta a pieno regime dara' lavoro a circa 600 persone. Lo stabilimento-pilota e' gia' in fase di ultimazione e servira' come impianto di formazione tecnica e di produzione per i primi test di mercato. La maggior parte dei macchinari per la costruzione e la produzione saranno acquistati da aziende italiane.

L'investimento di PMI nello sviluppo e nella rigorosa valutazione scientifica di prodotti con il potenziale di ridurre i rischi del fumo per la salute va avanti da piu' di un decennio. Comprende una vasta gamma di piattaforme di prodotto, sia contenenti tabacco che non. Nel novembre 2013 PMI ha annunciato i suoi piani per accelerare la commercializzazione di una delle sue piattaforme di prodotto a potenziale rischio ridotto nella seconda meta' del 2014 in alcune citta' selezionate, prima del lancio sul mercato nel 2015. Gli specifici mercati scelti per i lanci di prodotto saranno annunciati in un secondo momento. Inoltre, nel dicembre 2013, PMI ha avviato una collaborazione strategica con Altria Group in base alla quale Altria mettera' a disposizione la propria sigaretta elettronica esclusivamente a PMI per la commercializzazione al di fuori degli Stati Uniti. PMI prevede di entrare nel mercato delle sigarette elettroniche nella seconda meta' del 2014.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4