domenica 22 gennaio | 09:34
pubblicato il 26/giu/2014 19:04

Philip Morris: 2 mld $ per i nuovi prodotti a rischio ridotto

(ASCA) - Roma, 26 giu 2014 - Philip Morris International ha offerto oggi, in occasione di un incontro con i propri azionisti tenutosi a Losanna, una panoramica dettagliata sul programma previsto per lo sviluppo dei cosiddetti prodotti a rischio ridotto. Per supportare il progetto, la multinazionale del tabacco ha stanziato circa 2 miliardi di dollari suddivisi in ricerca, sviluppo del prodotto e prova scientifica, coinvolgendo piu' di 300 tra scienziati e tecnici specializzati provenienti da tutto il Mondo e da diverse discipline.

I pilastri alla base del business relativo ai prodotti a rischio ridotto - si legge in una nota - sono l' innovazione basata su un'evidenza scientifica, la regolamentazione fondata sul principio di riduzione del danno ed una strategia di commercializzazione ad hoc.

Dal punto di vista regolamentare, Philip Morris ha ribadito la necessita' di apposite normative basate sull'evidenza scientifica in grado di assicurare che le affermazioni sui nuovi prodotti seguano standard rigorosi e uniformi.

Dal lato della commercializzazione, l'azienda ha annunciato che a partire dal quarto trimestre del 2014, saranno Italia e Giappone i primi due mercati test a commercializzare la nuova sigaretta basata sul riscaldamento del tabacco che sostituira' la combustione.

Lo scorso gennaio era stata annunciata nell'area di Bologna la costruzione della prima fabbrica al mondo per la produzione del nuovo prodotto. Lo stabilimento di Crespellano, una volta a regime, avra' una capacita' produttiva, combinata a quella dello stabilimento-pilota, attualmente gia' in funzione, in grado di raggiungere i 30 miliardi di unita' entro la fine del 2016.

Philip Morris International ha annunciato, infine, l'acquisizione di Nicocigs Limited con lo scopo di accrescere la propria presenza anche nel segmento delle sigarette elettroniche. Tale acquisizione e' complementare alla collaborazione strategica con Altria Group, annunciata nel dicembre 2013, in base alla quale Altria mettera' a disposizione la propria sigaretta elettronica esclusivamente a Philip Morris International per la commercializzazione di tale prodotto al di fuori degli Stati Uniti. Nicocigs e' una azienda di sigarette elettroniche, fondata nel 2008, con sede a Birmingham, con un'ottima posizione nel mercato delle e-cig nel Regno Unito e in Irlanda, tra i mercati piu' importanti per questo segmento. L'azienda commercializza Nicolites, il secondo marchio piu' venduto nel Regno Unito e detiene il 26% di quota di vendita al dettaglio con una presenza di oltre 20.000 rivendite.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4