mercoledì 07 dicembre | 12:04
pubblicato il 26/giu/2014 19:04

Philip Morris: 2 mld $ per i nuovi prodotti a rischio ridotto

(ASCA) - Roma, 26 giu 2014 - Philip Morris International ha offerto oggi, in occasione di un incontro con i propri azionisti tenutosi a Losanna, una panoramica dettagliata sul programma previsto per lo sviluppo dei cosiddetti prodotti a rischio ridotto. Per supportare il progetto, la multinazionale del tabacco ha stanziato circa 2 miliardi di dollari suddivisi in ricerca, sviluppo del prodotto e prova scientifica, coinvolgendo piu' di 300 tra scienziati e tecnici specializzati provenienti da tutto il Mondo e da diverse discipline.

I pilastri alla base del business relativo ai prodotti a rischio ridotto - si legge in una nota - sono l' innovazione basata su un'evidenza scientifica, la regolamentazione fondata sul principio di riduzione del danno ed una strategia di commercializzazione ad hoc.

Dal punto di vista regolamentare, Philip Morris ha ribadito la necessita' di apposite normative basate sull'evidenza scientifica in grado di assicurare che le affermazioni sui nuovi prodotti seguano standard rigorosi e uniformi.

Dal lato della commercializzazione, l'azienda ha annunciato che a partire dal quarto trimestre del 2014, saranno Italia e Giappone i primi due mercati test a commercializzare la nuova sigaretta basata sul riscaldamento del tabacco che sostituira' la combustione.

Lo scorso gennaio era stata annunciata nell'area di Bologna la costruzione della prima fabbrica al mondo per la produzione del nuovo prodotto. Lo stabilimento di Crespellano, una volta a regime, avra' una capacita' produttiva, combinata a quella dello stabilimento-pilota, attualmente gia' in funzione, in grado di raggiungere i 30 miliardi di unita' entro la fine del 2016.

Philip Morris International ha annunciato, infine, l'acquisizione di Nicocigs Limited con lo scopo di accrescere la propria presenza anche nel segmento delle sigarette elettroniche. Tale acquisizione e' complementare alla collaborazione strategica con Altria Group, annunciata nel dicembre 2013, in base alla quale Altria mettera' a disposizione la propria sigaretta elettronica esclusivamente a Philip Morris International per la commercializzazione di tale prodotto al di fuori degli Stati Uniti. Nicocigs e' una azienda di sigarette elettroniche, fondata nel 2008, con sede a Birmingham, con un'ottima posizione nel mercato delle e-cig nel Regno Unito e in Irlanda, tra i mercati piu' importanti per questo segmento. L'azienda commercializza Nicolites, il secondo marchio piu' venduto nel Regno Unito e detiene il 26% di quota di vendita al dettaglio con una presenza di oltre 20.000 rivendite.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni