sabato 10 dicembre | 00:34
pubblicato il 07/dic/2015 21:12

Petrolio chiude in forte calo a New York, perde il 5,8%

Ai minimi dal febbraio 2009

Petrolio chiude in forte calo a New York, perde il 5,8%

New York, 7 dic. (askanews) - Giornata di sell-off per il petrolio. Al Nymez il contratto a gennaio ha perso 2,32 dollari, il 5,8%, a quota 37,65 dollari al barile. Si tratta della peggiore chiusura di seduta dal febbraio 2009.

A pesare sulla materia prima continua ad essere la decisione di venerdì scorso dell'Opec, che ha deciso di lasciare invariata la produzione nonostante scorte mondiali in eccesso. Per la prima volta in decenni, i ministri del petrolio dei Paesi membri del cartello non hanno fatto riferimento al tetto della produzione, segno del disaccordo su come tenere conto del petrolio iraniano che arriverà sul mercato non appena le sanzioni occidentali verranno rimosse. Anche un dollaro forte non aiuta le quotazioni della materia prima.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina