mercoledì 18 gennaio | 19:22
pubblicato il 07/dic/2015 21:12

Petrolio chiude in forte calo a New York, perde il 5,8%

Ai minimi dal febbraio 2009

Petrolio chiude in forte calo a New York, perde il 5,8%

New York, 7 dic. (askanews) - Giornata di sell-off per il petrolio. Al Nymez il contratto a gennaio ha perso 2,32 dollari, il 5,8%, a quota 37,65 dollari al barile. Si tratta della peggiore chiusura di seduta dal febbraio 2009.

A pesare sulla materia prima continua ad essere la decisione di venerdì scorso dell'Opec, che ha deciso di lasciare invariata la produzione nonostante scorte mondiali in eccesso. Per la prima volta in decenni, i ministri del petrolio dei Paesi membri del cartello non hanno fatto riferimento al tetto della produzione, segno del disaccordo su come tenere conto del petrolio iraniano che arriverà sul mercato non appena le sanzioni occidentali verranno rimosse. Anche un dollaro forte non aiuta le quotazioni della materia prima.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina