lunedì 20 febbraio | 03:29
pubblicato il 08/set/2014 11:21

Petrolio cala dopo dati Cina, Brent torna sotto 100 dollari

Import piu' debole del previsto, dopo dati Usa su lavoro venerdi' (ASCA) - Roma, 8 set 2014 - Il petrolio torna a calare e il barile di Brent si riporta sotto quota 100 dollari, dopo che i dati sul commercio con l'estero della Cina, e in particolare la debolezza delle importazioni hanno riacceso i riflettori sui rischi di rallentamento dell'economia globale. E sulle conseguenze che questo ha per la domanda di oro nero. Negli scambi mattutini a Londra il Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord, cede 95 cents rispetto alla chiusura di venerdi' scorso, con il barile a 99,87 dollari. Negli scambi dell'after hours sul New York Mercantile Exchange il barile di West Texas Intermediate cala di 87 cents a quota 92,42 dollari. Nel corso di agosto da diversi indicatori, anche in Europa, sono giunti altri segnali di indebolimento dell'economia. E venerdi' scorso il resoconto mensile sul mercato del lavoro Usa ha segnalato una dinamica meno forte del previsto. Voz

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia