domenica 22 gennaio | 03:38
pubblicato il 18/feb/2016 17:38

Petrolio, Arabia Saudita: ok congelamento ma no a tagli offerta

Ministro degli Esteri a Afp: noi non siamo pronti

Petrolio, Arabia Saudita: ok congelamento ma no a tagli offerta

Riad, 18 feb. (askanews) - L'Arabia Saudita ribadisce la disponibilità a partecipare ad un congelamento dell'offerta di petrolio ai livelli di gennaio, ma a scanso di equivoci precisa di "non esser pronta" ad una riduzione. "Se altri produttori vogliono limitare o concordare un congelamento in termini di produzione addizionale questo può avere un impatto sul mercato, ma l'Arabia Saudita - ha detto il ministro degli Esteri Adel al-Jubeir in una intervista a France Presse - non è preparata ad un taglio alla produzione".

Riad ha appena concordato, assieme a altri due Stati Opec, Qatar e Venezuela, e la Russia, di bloccare l'offerta sui livelli (elevatissimi) di gennaio.

Ma in definitiva "la questione del petrolio verrà decisa da domanda e offerta e dalle forze di mercato - ha detto il ministro -. Il Regno saudita difenderà la sua quota, lo abbiamo già detto". (fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4